ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Cicoriette salentine con pomodorini e olive nere

Condividilo sui tuoi social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

kg 1 Cicoria
7/8 Pomodorini cigliegini
1/2 Cipolla
30 Olive Celline (nere)
un pizzico di Peperoncino
2 cucchiai da minestra di Olio extra vergine di oliva
un pizzico di Sale

Seleziona gli ingredienti che ti mancano e crea la tua lista della spesa

Inviami solo la lista degli ingredienti mancanti per fare la spesa. Dò il consenso al trattamento dei miei dati solo per tale scopo.

Una volta fatto l'invio controlla che la mail che ti sei inoltrato con la lista della spesa non sia finita nella SPAM

Iscriviti alla nostra newsletter con la mail

Cicoriette salentine con pomodorini e olive nere

di Dott.ssa Sara Palma Biologa Nutrizionista.

Della cicoria si butta ben poco: le radici si utilizzano in sostituzione del caffè e le foglie in cucina.

  • 20 minuti
  • Facile

Ingredienti

Descrizione

Condividi

Le cicoriette salentine con pomodorini e olive nere, chiamate anche più comunemente cicureddhe, sono semplicemente verdure insaporite con i profumi del nostro Sud. Questo piatto che può essere un contorno o un ottimo condimento per la pasta, è perfetto anche come pietanza unica, leggera e gustosa.

Perchè le Cicoriette salentine con pomodorini e olive nere sono salutari:

La cicoria

La cicoria (Cichorium intybus L.) è ormai conosciuta in tutt’Italia grazie alle coltivazioni diffuse. Nel basso Salento cresce spontanea per le strade di campagna da Novembre ad Aprile.

Questa verdura è una fonte preziosa di vitamine tra cui la A, la B6, la C, la E e la K. Inoltre è ricca di minerali tra cui magnesio, zinco, manganese, calcio, ferro e potassio. Le fibre come l’inulina e i fruttani presenti sono utilissimi al nostro organismo. Grazie alle loro proprietà prebiotiche, che favoriscono la crescita della microflora benefica dell’intestino e inibiscono i batteri nocivi, contribuiscono ad alleviare i fenomeni di stipsi. Scopri tutti i benefici per l’organismo di questa pianta erbacea.

A chi si sconsiglia la cicoria:

se si soffre di Morbo di Chron, Sindrome del colon irritabile o di altre condizioni infiammatorie intestinali ne è sconsigliato il suo consumo.

Le olive

Sono i frutti dell’ulivo, un pianta della famiglia delle Oleaceae, tipico della bassa area mediterranea. Ne esistono di tantissime varietà coltivate in tutta la penisola Italiana. A maturazione le olive sostituiscono con i lipidi la loro parte acquosa, ed è quindi fondamentale capire se si vuole ottenere olio o raccogliere le olive per un consumo del frutto.

Le olive contengono lipidi non energetici come i fitosteroli e lipidi energetici come trigliceridi. Contengono inoltre sali minerali, vitamine liposolubili, clorofilla e polifenoli. Questi elementi sono capaci di svolgere una funzione antiossidante con un ruolo essenziale per contrastare il colesterolo, aiutando l’organismo contro le malattie cardiovascolari.

I pomodori

Il pomodoro è un alimento che contiene molta acqua, pochi zuccheri (indicato nelle diete di chi soffre di diabete), sali minerali, carboidrati, proteine, fibre e vitamine del gruppo B, D, ed E, oltre all’acido ascorbico. E’ inoltre ricco di licopene, un carotenoide fondamentale per l’uomo, capace di aiutare il nostro organismo nella prevenzione di molte patologie.

A chi si sconsiglia il pomodoro:

Sicuramente a chi soffre di di acidità di stomaco e a chi è allergico perchè è ricco di istamina.

Consigli:

Scolando la cicoria, ricordarsi di conservare un pò di acqua di cottura per inumidirla durante il restante tempo di cottura. Se avanza un po’ di cicoria cotta ricordarsi di riporla in un contenitore chiuso ermeticamente e metterlo in frigorifero per un massimo di  due giorni.

Ricetta a cura della Dott.ssa Sara Palma Biologa Nutrizionista.

(Visited 1.622 times, 3 visits today)

Steps: come cucinare la ricetta Cicoriette salentine con pomodorini e olive nere

1
Fatto

1: eliminare le foglie più esterne, pulire la cicoria avendo cura di tagliare il gambo e tenere la parte alta della foglia, che poi è anche la parte più tenera
2: lavare bene sotto l'acqua corrente le foglie
3: sminuzzare la cipolla
4: lavare i pomodorini

2
Fatto

5: nel frattempo portare all'ebollizione una pentola con acqua e mettervi a lessare la cicoria per 5 minuti (questo passaggio permette di togliere un pò il gusto amaro caratteristico di questa verdura)
6: tagliare a cubetti i pomodorini
7: preparare una padella con olio, cipolla, i pomodorini a cubetti, le olive
e salare
8: aggiungere peperoncino (il quantitativo varia in base al gusto personale: ricordarsi che i peperoncini secchi sono più piccanti rispetto a quelli freschi)

3
Fatto

9: scolare la cicoria
10: aggiungere un goccio di acqua di cottura della cicoria ai pomodorini
11: aggiungere la cicoria lessata ai pomodorini
12: e finire la cottura aggiungendo acqua se sentite la cicoria ancora troppo al dente
13: quando l'acqua si sarà completamente asciugata la cicoria sarà pronta a questo punto servirla tiepida.

precedente
Pestata di broccoli e basilico light
prossima
Pasta corta riccia integrale con fagiolini e tonno
precedente
Pestata di broccoli e basilico light
prossima
Pasta corta riccia integrale con fagiolini e tonno