ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Minestra di farro con biete a coste e bresaola

Condividilo sui tuoi social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:
gr 120 Farro
gr 400 Biete a coste
gr 100 Bresaola
4 cucchiai da minestra di Olio extra vergine di oliva
un pizzico di Sale
un pizzico di Pepe
Ingredienti per brodo vegetale:
1 costa di Sedano
1 Carota
1 Cipolla bianca
un rametto di Prezzemolo
lt 1 Acqua

Seleziona gli ingredienti che ti mancano e crea la tua lista della spesa

Inviami solo la lista degli ingredienti mancanti per fare la spesa. Dò il consenso al trattamento dei miei dati solo per tale scopo.

Una volta fatto l'invio controlla che la mail che ti sei inoltrato con la lista della spesa non sia finita nella SPAM

Iscriviti alla nostra newsletter con la mail

Minestra di farro con biete a coste e bresaola

di Dott.ssa Nicoletta Maria Grazia Pugliese Biologa Nutrizionista.

La parte edibile del farro è quella del seme conservato all'interno delle glumelle che per essere consumato deve subire un trattamento di "decorticatura".

  • 45 minuti
  • Media

Ingredienti

  • Ingredienti per 4 persone:

  • Ingredienti per brodo vegetale:

Descrizione

Condividi

Minestra di farro con biete a coste e bresaola, una soluzione a portata unica che può riscaldare una fredda giornata d’inverno.

Perchè gli ingredienti della Minestra di farro con biete a coste e bresaola sono salutari:

Il farro

Il farro è un’eccezionale fonte di fibre, sali minerali come il magnesio e vitamine A,B,C,E. Questo cereale ha un indice glicemico più basso rispetto al grano e così si evitano i picchi glicemici dopo il pasto, mantenendo i livelli di glicemia stabili nel sangue. Lo si può così considerare un ottimo alimento da inserire nella dieta del diabete tipo 2.

Inoltre il farro ha proprietà lassative e grazie alla presenza di fibre insolubili che prevengono la formazione di calcoli biliari, favorisce la pulizia dell’intestino e la depurazione dell’organismo. Contiene glutine.

Le biete a coste

Le biete sono ortaggi appartenenti alla famiglia delle Chenopodiaceae, la stessa delle barbabietole. Di questo ortaggio si può mangiare sia il gambo che la foglia.

Questa verdura ha un buon apporto di fibre solubili (sotto forma di mucillagini che facilitano il transito intestinale), di vitamine del gruppo A, B, C e K e di minerali, tra cui spiccano il ferro e il potassio.

La bieta a coste è indicata contro l’ipertensione arteriosa. Le fibre contenute aiutano ad abbassare l’indice glicemico del pasto, regolando inoltre anche l’assorbimento lipidico.

A chi si sconsigliano le biete a coste:

una volta consumate le biete producono sostanze (ossalati) che sono responsabili dei calcoli renali, quindi se ne sconsiglia il consumo a chi ne soffre.

Il sedano

Il sedano è considerato un “detersivo dentale”: stimola infatti la produzione di saliva e ha un’azione pulente. Scopri qui tutti i benefici del sedano per denti e non solo.

La bresaola

La bresaola sostanzialmente è carne di manzo salata, pepata e fatta essiccare, che mantiene un gusto poco sapido rispetto ad altri salumi.

Il processo di lavorazione di questo salume rende il prodotto finito altamente digeribile e poco grasso e questo gli consente di essere inserito nelle diete ipocaloriche.

Il basso contenuto di colesterolo rende la bresaola un alimento per la dieta contro l’ipercolesterolemia. Questo salume inoltre è ricco di proteine ad alto valore biologico, ottimi anche i livelli di potassio e fosforo e buono l’apporto vitaminico del gruppo B, PP.

A chi si sconsiglia la bresaola:

essendo carne cruda non è adatta alle donne in gravidanza e, a causa dell’elevata sapidità, non è adatta a chi soffre di pressione alta.

Consigli:

conservare per un paio di giorni in un contenitore chiuso ermeticamente in frigorifero, ma senza la bresaola, che andrà aggiunta fresca una volta riscaldata la minestra.

Ricetta a cura della Dott.ssa Nicoletta Maria Grazia Pugliese Biologa Nutrizionista.

Facebook Nicoletta Maria Grazia Pugliese Biologa Nutrizionista 

 

(Visited 978 times, 1 visits today)

Steps: come cucinare la ricetta Minestra di farro con biete a coste e bresaola

1
Fatto

1: separare le foglie dalle coste e lavare
2: tagliare a pezzetti gambi
3: tagliuzzare le foglie
4: pulire e lavare la verdura per il brodo vegetale

2
Fatto

5: mettere in una pentola le verdure per preparare il brodo vegetale, aggiungere le verdure con anche il prezzemolo, l'acqua, il sale e lasciare bollire per 25 minuti
6: quando il brodo sarà pronto togliere le verdure e metterlo in una pentola, riportarlo a bollore e immergervi il farro che dovrà cuocere per circa 18/20 minuti
7: in una pentola a parte mettere dell'acqua e appena bolle immergervi le coste che dovranno cuocere per 10 minuti
8: passati i 10 minuti unire alle coste le foglie delle biete e lasciare finire di cuocere per altri 5 minuti

3
Fatto

9: a cottura ultimata scolare le biete
10: unirle al farro e terminare la cottura indicata
11: tagliare a dadini la bresaola
12: il farro una volta cotto, dovrà avere un pochino di brodo
13: impiattare mettendo in una fondina un mestolo di farro con le biete e il brodo, aggiungere un filo d'olio, la bresaola a dadini, una spolverata di pepe e servire caldo.

precedente
Dieta low FODMAPs: crema morbida alla carota e zucca
prossima
Crème all’uva di lambrusco
precedente
Dieta low FODMAPs: crema morbida alla carota e zucca
prossima
Crème all’uva di lambrusco