ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Prima pappa: le indicazioni della Tecnologa Alimentare

Condividilo sui tuoi social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Ingredienti per una porzione:
1 tazza di Riso Bianco
6 tazze di Acqua
1 Carota
1 cucchiaino da caffè di Olio extra vergine di oliva

Seleziona gli ingredienti che ti mancano e crea la tua lista della spesa

Inviami solo la lista degli ingredienti mancanti per fare la spesa. Dò il consenso al trattamento dei miei dati solo per tale scopo.

Una volta fatto l'invio controlla che la mail che ti sei inoltrato con la lista della spesa non sia finita nella SPAM

Iscriviti alla nostra newsletter con la mail

Prima pappa: le indicazioni della Tecnologa Alimentare

di Dott. ssa Chiara Delbono Tecnologa Alimentare

Inizialmente il quantitativo di pappa assunto dal bambino potrebbe corrispondere a solo qualche cucchiaino, lasciatelo libero di abituarsi ai nuovi sapori e alle nuove consistenze.

  • 45 minuti
  • Facile

Ingredienti

  • Ingredienti per una porzione:

Descrizione

Condividi

Prima pappa: le indicazioni della Tecnologa Alimentare per ottenere un buon risultato che possa essere adatto allo stomaco del nostro bambino in un momento così importante della sua vita.

In questa fase i bimbi assumono ancora latte materno e l’introduzione di cibi diversi può essere fonte di stress, è bene quindi non forzarli e lasciare a loro la decisione di quanta pappa assumere.

Prima pappa: le indicazioni della Tecnologa Alimentare e gli ingredienti da utilizzare

La preparazione deve essere priva di glutine e di fibra, perchè l’intestino dei bambini non è ancora predisposto per elaborare alimenti complessi. E’ quindi fondamentale la semplicità che occorre per individuare intolleranze o allergie, meno ingredienti sono contenuti nella pappa e più facile sarà la diagnosi in caso fosse necessario (e soprattutto niente sale).

 Il riso

E’ un alimento privo di glutine e ricco di amido (permette al chicco di assorbire, durante la cottura, quanta più acqua possibile). La presenza di amido rende il riso ben digeribile. E’ inoltre un cereale con un potenziale allergenico quasi nullo, per questo è indicato nelle diete di chi ricerca allergie.

Le carote

Questo ortaggio è ricchissimo di minerali: calcio, magnesio, potassio, ferro, rame e zinco. Ha un ‘apporto vitaminico importantissimo. E’ in natura il vegetale più ricco di beta-carotene (carotenoide precursore della vitamina A) che il nostro organismo è in grado di trasformare in vitamina A al bisogno.

Le verdure sono tra gli alimenti inseriti nelle prime pappe dei più piccoli durante lo svezzamento. Offrono, infatti, un buon apporto di nutrienti per garantire la copertura del loro fabbisogno energetico. Approfondimenti e letture sul Blog ilTuobimbo.

 L’Olio extra vergine di oliva

L’olio extra vergine d’oliva, è una fonte ottima di antiossidanti e micronutrienti, importantissimi nell’alimentazione dei bambini, anche nella fase dello svezzamento. Se ne avanza un pò scaldarla al microonde pochi secondi o aggiungere un goccio di acqua nella pentola.

Consigli:

la prima pappa può essere conservata per 3 giorni in frigorifero, riposta in un contenitore chiuso ermeticamente.

Scegliere il riso non brillato e sciacquarlo molto bene prima di metterlo in pentola. Se c’è il tempo metterlo in ammollo per 12 ore per eliminare dalla sua superficie i fitati, sostanze antinutrienti che impediscono di assorbire le altre sostanze nutrienti.

Ricetta a cura della Dott. ssa Chiara Delbono Tecnologa Alimentare.

(Visited 466 times, 1 visits today)

Steps: come cucinare la ricetta Prima pappa: le indicazioni della Tecnologa Alimentare

1
Fatto

1: scegliere un misurino tipo una tazza o un vasetto che servirà per proporzionare gli ingredienti
2: mettere in una pentola 6 misurini di acqua
3: e 1 misurino di riso
4: lavare il riso prima di immergerlo nell'acqua della pentola
4/A: una volta immerso il riso a freddo portare ad ebollizione, abbassare la fiamma e lasciare cuocere per 45 minuti. In questa ricetta va esasperata la cottura del riso.

2
Fatto

5: nel frattempo pulire una carota
6: lavarla sotto all'acqua corrente
7: tagliarla a tocchetti
8: aggiungerla alla cottura del riso dopo 25 minuti che il riso cuoce

3
Fatto

9: a cottura ultimata il riso avrà assorbito tutta l'acqua, mantenendo morbidezza (non deve asciugare del tutto)
10: passare con il passa verdure il riso con la carota per trattenere le fibre più grossolane
11: eliminare le fibre rimaste nel passa verdure
12: servire condendo con un cucchiaino di olio extra vergine di oliva.

precedente
Quinoa con gamberetti pomodorini e rucola
prossima
Frittata alle zucchine: gluten e lattosio free
precedente
Quinoa con gamberetti pomodorini e rucola
prossima
Frittata alle zucchine: gluten e lattosio free