ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Sgombro e asparagina con quinoa e crema al finocchietto

Condividilo sui tuoi social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:
4 filetti di Sgombro fresco
gr 320 Quinoa
3 Porri
gr 80 Pinoli
un pizzico di Sale
un pizzico di Pepe
a piacere di Peperoncino
gr 10 Finocchietto
gr 10 di Zenzero fresco
1/2 bicchiere di Vino bianco
ml 50 Olio extra vergine di oliva
1 Cipolla
all'occorrenza un pò di Acqua

Seleziona gli ingredienti che ti mancano e crea la tua lista della spesa

Inviami solo la lista degli ingredienti mancanti per fare la spesa. Dò il consenso al trattamento dei miei dati solo per tale scopo.

Una volta fatto l'invio controlla che la mail che ti sei inoltrato con la lista della spesa non sia finita nella SPAM

Iscriviti alla nostra newsletter con la mail

Sgombro e asparagina con quinoa e crema al finocchietto

di Dott. Luca Borelli Dietista

Salutare ed economico, evviva la sgombro!

  • 40 minuti
  • Media

Ingredienti

  • Ingredienti per 4 persone:

Descrizione

Condividi

La dadolata di sgombro e asparagina con quinoa e crema al finocchietto risulta un piatto da gran gourmet. E’ realizzato con materie prime semplici, di prezzo medio basso e soprattutto rispettando la stagionalità dei prodotti. Insomma un ottimo mix per un post allenamento da campioni!

Dopo l’allenamento, come ad esempio quello di cardiofitness, è importante mangiare alimenti ricchi di carboidrati e proteine. Questo tipo di alimentazione serve per ripristinare i livelli di nutrienti persi durante l’attività fisica, rendendo più facile il recupero dei muscoli. Per scoprire i principali benefici del cardio per il cuore e per la salute clicca qui.

Caratteristiche degli alimenti principali che compongono il piatto:

La quinoa deriva dal Sud America e più precisamente dalle Ande, è una pianta erbacea ( Chenopodium quinoa) non un cereale. Sulla tavola la quinoa si comporta da tale, infatti può sostituire in tante ricette i cereali e se macinata, i chicchi si trasformano in uno sfarinato. Ha molteplici proprietà nutritive come fibre, sali minerali, grassi insaturi e non contiene glutine, quindi adattissima anche a chi è celiaco.

Lo sgombro fa parte della famiglia dei pesci azzurri quindi è ricco di omega 3. E’adatto a chi soffre di ipercolesterolemia, ma questi grassi “buoni” sono indicati anche a chi ha malattie cardiovascolari. I grassi conferiscono alle carni dello sgombro un sapore particolarmente gradevole. Il pesce azzurro inoltre contiene anche proteine facilmente digeribili e un apporto calorico non particolarmente rilevante.

Parlando dello zenzero invece bisogna dire che è una radice commestibile che ha un sapore pungente, dal retrogusto piccante. Viene molto usata in cucina anche perchè ha importanti proprietà benefiche: risulta infatti essere un toccasana nel trattamento di digestione difficile e stimola la funzionalità epatica.

Gli asparagi sono ortaggi che si coltivano in modo complesso e questo determina un prezzo al consumatore piuttosto elevato. Esistono anche colture spontanee. Questa gradevole verdura ha  proprietà nutrizionali eccellenti, infatti contiene vitamine, fibre e sali minerali.

Consigli per realizzare la dadolata di sgombro e asparagina con quinoa e crema al finocchietto:

lo sgombro si trova anche in scatola ma se si acquista il pesce fresco è meglio, se acquistato in stagione infatti risulta poco costoso. Attenzione che la cottura dello sgombro che superi almeno i 60 gradi perchè è un pesce che può essere infestato da ANISAKIS, un parassita dannoso anche per l’uomo.

Lo zenzero per le proprietà elencate sopra andrebbe messo in questa ricetta, ma è a gusto personale perchè ha un sapore molto marcato che si nota particolarmente nella pietanza, così come il peperoncino che se piace, fresco è adattissimo.

 

“L’insostenibile leggerezza del gusto”

del Dietista Dott. Luca Borelli

 

 

 

 

 

(Visited 466 times, 1 visits today)

Steps: come cucinare la ricetta Sgombro e asparagina con quinoa e crema al finocchietto

1
Fatto

1: lavare la quinoa, metterla in cottura per circa 13/15 minuti avendo cura di coprirla con acqua e aggiungerne all'occorrenza fino a cottura ultimata
2: nel frattempo mettere in una casseruola un cucchiaio di olio
3: i porri precedentemente tagliati a rondelle e un po' d'acqua e fare cuocere
4: a cottura ultimata (cuoce in 10 minuti) lasciare intiepidire a parte

2
Fatto

5: mettere i porri e il finocchietto dentro ad un contenitore alto, con un goccio di acqua di cottura della quinoa e aggiustare di sale e pepe
6: frullare e lasciare a parte
7: in una padella fare cuocere le cipolle tagliate fini con un cucchiaio di olio, coprendo con un coperchio fino a renderle trasparenti
8: aggiungere gli asparagi

3
Fatto

9: grattugiarci sopra lo zenzero e con fuoco vivace fare cuocere per altri 5 minuti
10: aggiungere il vino e sfumare, lasciando che evapori completamente
11: tostare in una padella antiaderente i pinoli e poi unirli al resto con anche i dadi di sgombro, ultimando la cottura per altri 5 minuti a fiamma vivace, assicurandosi che il pesce abbia raggiunto una completa cottura

4
Fatto

12: impiattare creando una base con la crema di porri
13: mettere un coppapasta sopra alla crema di porri e mettervi dentro la dadolata
14: servire guarnendo con i pinoli e il peperoncino fresco tritato finemente

precedente
Quinoa dal sapore selvatico con asparagi e funghi
prossima
Palamita con asparagi e chutney al mango e sedano rapa
precedente
Quinoa dal sapore selvatico con asparagi e funghi
prossima
Palamita con asparagi e chutney al mango e sedano rapa