ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Zuppa verde di primavera

Condividilo sui tuoi social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:
gr 600 Patate
gr 200 Fave
gr 100 Piselli
7 piccoli Carciofi
1/2 Cipolla
1 Scalogno
3 cucchiai di Olio extra vergine di oliva
un pò Acqua
un pizzico di Sale
qualche foglia di Basilico
un bel trito di Prezzemolo

Seleziona gli ingredienti che ti mancano e crea la tua lista della spesa

Inviami solo la lista degli ingredienti mancanti per fare la spesa. Dò il consenso al trattamento dei miei dati solo per tale scopo.

Una volta fatto l'invio controlla che la mail che ti sei inoltrato con la lista della spesa non sia finita nella SPAM

Iscriviti alla nostra newsletter con la mail

Stufare la cipolla anziché soffriggerla: un primo passo verso la leggerezza.

  • 45 minuti
  • Facile

Ingredienti

  • Ingredienti per 4 persone:

Descrizione

Condividi

La zuppa verde di primavera è un piatto unico facile da preparare; pochi passaggi e tanta salute. In Italia di zuppe se ne realizzano mille per stagione perchè diciamoci la verità.. c’e’ sempre un buon ingrediente da usare come “scusa” per inventarsi una zuppa nuova!

Perchè fanno bene i carciofi:

Il carciofo è un ortaggio tipico del bacino del mediterraneo, è un’evoluzione del cardo selvatico.

Il carciofo è ricco di sali minerali, è indicato per la cura delle anemie, purché venga condito con succo di limone fresco che grazie alla vitamina C facilita l’assorbimento del ferro, altrimenti difficilmente assimilabile.

Nelle foglie del carciofo è contenuta cinarina, capace di abbassare i livelli di colesterolo cattivo. Inoltre questa sostanza ha proprietà depurative, diuretiche ed è capace di proteggere la funzionalità del fegato.  

Gli ingredienti sono perfettamente bilanciati nella zuppa verde di primavera: ha gli amidi ( i carboidrati) con la presenza delle patate e le proteine vegetali delle fave e dei piselli che sono ottimi alleati anche dell’intestino, perchè ricchi di fibre che aiutano il colon.

Quali sono i benefici di questo mix di ingredienti ovvero carciofi e legumi? “scoprilo qui”.

Quando non conviene consumare legumi e carciofi:

 essendo sia i carciofi che i legumi ricchi di fibre se ne sconsiglia il consumo da parte di soggetti che soffrono di colon irritabile.

La zuppa provata qui di seguito è una ricetta della Dott.ssa Renata Bracale, Biologa Nutrizionista amante della cucina e di piatti sani e semplici da preparare.

www.renatabracale.com

Consigli per una corretta cottura della zuppa verde di primavera:

come primo passo invece di “soffriggere”  bisogna “stufare” la cipolla, aggiungendo acqua all’ olio e premurandosi , appena prende il bollore, di cuocere per 5 minuti con il coperchio sulla pentola, per trattenere l’umidità. Con questo accorgimento si ha modo di alleggerire il risultato finale, rendendo il piatto più digeribile.

Curiosità:

La cottura delle zuppe e del minestrone è buona norma che non abbia tempi di cottura troppo lunghi. Si deve aggiungere poca acqua magari già bollente (che non contiene aria) e coprire con il coperchio, per mantenere la croccantezza delle verdure e non disperderne i nutrienti delle verdure per ossidazione a contatto con l’aria esterna alla pentola.

 

 

(Visited 968 times, 1 visits today)

Steps: come cucinare la ricetta Zuppa verde di primavera

1
Fatto

1: pulire i carciofi prima sfogliandoli delle foglie più coriacee
2: tagliare via le spine
3: aprirli a metà e togliere la barbetta interna e metterli a lavare in acqua ghiaccio e limone

2
Fatto

4: spelare e lavare le patate
5: farle a tocchetti
6: sbucciare l e lavare le fave

3
Fatto

7: sbucciare e lavare i piselli
8: tagliare finemente la cipolla insieme allo scalogno fino a ridurli a dadini
9: in una pentola con i bordi alti fare stufare la cipolla in olio e acqua per 5 minuti avendo cura di coprire la pentola con un coperchio

4
Fatto

10: aggiungere il misto di vegetali
11: coprire con l'acqua e portare a ebollizione.
Abbassare la fiamma e coprire con il coperchio lasciandolo socchiuso
12: servire in tavola a piacere calda o tiepida

precedente
Orzo con pesto di rucola, noci e gomasio
prossima
Pani ai semi assortiti lievitati con pasta madre
precedente
Orzo con pesto di rucola, noci e gomasio
prossima
Pani ai semi assortiti lievitati con pasta madre