ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Tiramisù dello sportivo

Condividilo sui tuoi social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone:
4/6 per porzione Biscotti da inzuppare
2 tazzine di Caffè della moka
gr 200 Ricotta vaccina
ml 125 Yogurt bianco naturale
2 cucchiaini da caffè di Miele
un pizzico di Cannella
una spolverata di Cacao amaro

Seleziona gli ingredienti che ti mancano e crea la tua lista della spesa

Inviami solo la lista degli ingredienti mancanti per fare la spesa. Dò il consenso al trattamento dei miei dati solo per tale scopo.

Una volta fatto l'invio controlla che la mail che ti sei inoltrato con la lista della spesa non sia finita nella SPAM

Iscriviti alla nostra newsletter con la mail

Tiramisù dello sportivo

  • 15 minuti + 3 ore in frigorifero
  • Facile

Ingredienti

  • Ingredienti per 4 persone:

Descrizione

Condividi

Tiramisù dello sportivo: un ottimo compromesso tra gusto e leggerezza. Tante calorie in meno rispetto al tiramisù classico ma senza rinunciare alla cremosità della ricotta mescolata con lo yogurt.

Tiramisù dello sportivo

Anche a dieta ogni tanto si può sgarrare e questa proposta dolce è perfetta, così com’è perfetta per la colazione dello sportivo. Essendo ricco di proteine come le caseine questo tiramisù è ideale per chi desidera incrementare la propria massa muscolare, inoltre c’è una quota di carboidrati bel equilibrata e la caffeina presente agisce da sostanza ergogenica, migliorando la prestazione fisica.

La caseina

La caseina rappresenta la più abbondante quota proteica del latte. Parlando di latte vaccino, si devono considerare tanti tipi diversi di proteine tra cui spiccano le caseine con una composizione aminoacidica ideale per lo sviluppo e la crescita. La parte inferiore di caseine presenti nel latte sono le proteine del siero del latte. Le proteine presenti nel latte rappresentano le allergie che a cui a volte alcuni soggetti sono predisposti, quindi non è corretto dire di essere allergici al latte, ma alle caseine, ovvero ad alcune proteine in esso contenute. Quando si parla di allergia al latte non ci si riferisce all’intolleranza al lattosio che generalmente è dovuta alla carenza dell’enzima lattasi.

La caffeina

La caffeina appartiene alla famiglia degli Alcaloidi, ed è presente nel caffè, ma anche nella cola, nella erba mate e nel cioccolato. Si pensa possa essere “utilizzata” dalla pianta che la contiene, come meccanismo di difesa nei confronti degli animali erbivori.

E’ capace di influenzare reazioni biologiche buone e non buone nell’organismo umano. I Gli effetti che ne derivano sono eccitamento, più reattività dei riflessi e maggiore capacità di concentrazione, questo perchè favorisce il rilascio di 2 ormoni  ovvero l’adrenalina e la noradrenalina. In generale aumenta il metabolismo e la frequenza cardiaca e di conseguenza l’ossigenazione nel sangue, dando ad esempio buone prestazioni a chi pratica sport.

Quali sono gli effetti più negativi della caffeina e quando non va assunta:

il nostro intestino ad esempio assorbe la caffeina in modo molto veloce, così come anche la placenta e si rileva nel latte materno.

La caffeina riduce la biodisponibilità di alcune sostanze benefiche per l’organismo come la vitamina B2 e la riboflavina, il calcio, il ferro e la creatina.

Non va consumata quando si soffre di reflusso gastrico, ulcera allo stomaco, ipertensione, scompensi cardiaci, anemia e osteoporosi.

Consigli:

si possono realizzare delle mono porzioni, oppure preparare il classico tiramisù nella vaschetta.

Ricetta a cura della Dott.ssa Rosa Reddavide Biologa Nutrizionista

Segui anche su Instagram: rosareddavide

Segui anche su Facebook: Rosa Reddavide

 

(Visited 173 times, 1 visits today)

Steps: come cucinare la ricetta Tiramisù dello sportivo

1
Fatto

1: lasciare raffreddare il caffè dentro ad una ciotola abbastanza larga da potervi rigirare i biscotti per inzupparli
2: in una ciotola mettere lo yogurt, la ricotta, la cannella, il miele e mescolare molto bene
3: inzuppare i biscotti rapidamente nel caffè in modo che non diventino molli
4: disporli in un vassoio piano

2
Fatto

5: mettere un pò di crema su ciascun biscotto
6: mettere un altro biscotto sulla crema creando un "panino"
7: mettere ancora altra crema
8: spolverare con il cacao e mettere in frigorifero per almeno 3 ore, poi servire.

precedente
Striscioline di melone con speck e crema di feta
prossima
Pollo, riso, curry e peperoni
precedente
Striscioline di melone con speck e crema di feta
prossima
Pollo, riso, curry e peperoni